Liberare il nostro corpo dalle tossine accumulate durante l’inverno è importante per far sì che esso possa rigenerarsi e farci sentire più leggeri e meno stanchi. Inoltre, migliora l’umore.

I mesi freddi infatti sono quelli in cui il nostro organismo accumula il maggior numero di tossine. Si tende a consumare più cibi grassi, ci sono molte feste e i dolci e i fritti abbondano sulle tavole.

Ma ci sono anche altri motivi per cui in inverno accumuliamo più tossine: uno studio pubblicato sullo “European Journal of Clinical Nutrition” ci dice che quando fa più freddo tendiamo ad accumulare più tossine e più calorie, addirittura 100 in più rispetto a primavera ed estate, perché in inverno si riduce il movimento e si mangia di più. Inoltre le influenze ci costringono a ricorrere a farmaci che affaticano l’eliminazione delle tossine. Gli antibiotici per primi fanno piazza pulita della flora batterica intestinale “buona”. Il tutto, aggiunto ad una dieta sedentaria, minor tempo passato all’aria aperta, e la naturale tendenza a bere meno, affatica il nostro corpo, e per gli organi come fegato, reni e intestino, che hanno il compito di depurarci, diventa tutto più pesante.

TI RICONOSCI IN QUESTI SINTOMI?

Se ti riconosci in questi sintomi, è il momento di iniziare una bella depurazione:

  • ti senti gonfio, vedi aumento di cellulite e di peso?
  • fai più fatica a digerire, e anzi, hai sintomi di gastrite?
  • vedi la tua pelle spenta e ingrigita, gli occhi cerchiati e giallastri?
  • hai stanchezza immotivata e insonnia?
  • presenti le tipiche manifestazioni invernali, come tosse, raffreddore, catarro?

Tutti questi sintomi sono la dimostrazione che il nostro corpo è impegnato nell’eliminazione di scorie e tossine. E allora aiutiamolo!

I 4 STADI DELL’INTOSSICAZIONE

Si possono individuare 4 stadi di accumulo tossine, indice di quanto il corpo abbia bisogno di disintossicarsi:

  1. Il primo stadio è l’ESCREZIONE, ovvero il modo con cui l’organismo si libera delle tossine. Quando abbiamo tossine in eccesso si attivano i nostri filtri: i polmoni producono più muco, le vie urinarie e l’intestino lavorano a ritmo maggiore, e la pelle suda di più.
  2. Subentra subito dopo l’INFIAMMAZIONE, che serve a distruggere le tossine, dando però sintomi fastidiosi come cistiti, gastriti, dermatiti, ecc.
  3. A questo punto, se il nostro corpo non è riuscito a buttar fuori le tossine in eccesso, queste si DEPOSITANO e si accumulano, causando eccesso di peso, ma anche calcoli e placche.
  4. Se non si inizia una detossicazione, subentra un vero e proprio danno cellulare, e una DEGENERAZIONE che può causare malattie come cirrosi, fibrosi e diabete.

INIZIAMO A DEPURARCI

Depurare l’organismo, soprattutto in questa stagione, regala vantaggi a corpo e psiche: aiuta a migliorare il metabolismo, a rafforzare il sistema immunitario, a ritrovare maggiore energia e a donarci una silhouette più asciutta.

Con la dieta detox è infatti molto più facile perdere chili di troppo, e con risultati più duraturi nel tempo. Con gli organi depurati e ripuliti, il nostro metabolismo prende il volo. Oltre a donarci una pelle più bella e luminosa, grazie ai cibi ricchi di acqua e antiossidanti, che ci aiutano a contrastare l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento.

  • Come primo approccio per facilitare la perdita di peso è quindi importante un’azione detox per depurare il corpo dalle tossine accumulate; in questa fase non vedremo necessariamente il peso scendere, ma i risultati successivi saranno migliori.

Soprattutto la nostra alimentazione deve favorire il corretto funzionamento dei nostri filtri naturali: fegato, reni, intestino e polmoni.

Il fegato è l’organo che beneficia maggiormente della dieta detox, perché si alleggerisce il suo lavoro di filtraggio e smaltimento scorie, e diventa più efficiente, limitando quindi anche l’assorbimento di grassi cattivi e velocizzando il metabolismo. La flora batterica intestinale a sua volta migliora, migliorando anche il girovita, sgonfiandoci.

COME ELIMINARE LE TOSSINE?

Un’alimentazione equilibrata, ricca di frutta e verdura, cereali integrali, legumi e proteine di origine vegetale e povera di zuccheri raffinati, grassi animali è un aiuto a tutta la funzionalità dell’apparato gastrointestinale. Al contrario un’alimentazione sregolata appesantisce la digestione, il fegato e danneggia direttamente la flora batterica intestinale.

È utile quindi:

  • evitare cibi troppo freddi, che affaticano i processi metabolici. Meglio puntare su tisane, zuppe e brodi caldi “spazza tossine”;
  • preferire alimenti freschi e di stagione;
  • scegliere verdure amare, come carciofi, radicchio, cicoria e rucola. Le sostanze amare presenti in queste verdure stimolano infatti la produzione della bile, che scioglie i grassi, favorendone l’assorbimento e la digestione.

Questo non significa non concedersi mai delle “trasgressioni”. Al contrario, queste possono essere meglio gestite da un organismo meno affaticato e congestionato.

 

Queste informazioni hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo.