Le mandorle sono un vero e proprio scrigno di sostanze nutritive. Includerle nella nostra alimentazione quotidiana può essere fondamentale per il nostro benessere.

Dal punto di vista nutritivo, le mandorle sono un alimento ricchissimo in oligoelementi, come acidi grassi insaturi, molte proteine e parecchie fibre. Contengono inoltre moltissime vitamine, soprattutto vitamina E, e quelle del gruppo B (in particolare B1 e B2), ma anche vitamina A e J (colina). I minerari contenuti nelle mandorle sono magnesio, calcio, ferro, potassio, rame, zinco, selenio, manganese, fosforo e poco sodio.

  • Una delle poche controindicazioni delle mandorle è che hanno un contenuto calorico molto elevato (600 kcal/100 g), per cui vanno consumate con moderazione, soprattutto in caso di sovrappeso.

8 BUONI MOTIVI per mangiare le MANDORLE:

  1. Ci proteggono dalle malattie cardiovascolari. La ricchezza di Omega 3 e Omega 6 rende l’assunzione di mandorle uno dei modi più efficaci per proteggersi dalle malattie cardiovascolari: questi cosiddetti grassi buoni sciolgono le placche sclerotiche nelle arterie e impediscono la formazione dei coaguli di sangue responsabili di ipertensione, trombosi, infarti ed ictus. Mentre l’alto tenore di potassio, da un lato, e il basso contenuto di sodio, dall’altro, tengono a bada la pressione sanguigna.
  2. Ci regalano buonumore. Le mandorle contengono tirosina e triptofano, due amminoacidi in grado di stimolare i neurotrasmettitori del buonumore, trasformando le mandorle in una sorta di pozione della serenità, soprattutto nei periodi di forte stress. Assumerne 7-8 a colazione è il modo migliore per cominciare la giornata con il piede giusto! Questa infusione di energia è favorita anche dalla notevole presenza di magnesio.
  3. Proteggono le ossa: grazie al loro contenuto di calcio, le donne in premenopausa e menopausa dovrebbero consumare più mandorle. Ne bastano infatti poche al giorno per prevenire l’inevitabile fragilità ossea dovuta alla progressiva caduta degli estrogeni.
  4. Le mandorle fanno bene anche al cervello. Secondo alcuni studi, sostanze come riboflavina e L-carnitina riducono il rischio di Alzheimer.
  5. Danno una carica di energia. Grazie al loro elevato contenuto in proteine vegetali, minerali e acidi grassi insaturi, le mandorle sono un cibo altamente nutritivo e molto energetico. Risultano particolarmente indicate in caso di aumentato fabbisogno di energia. Ottime dunque per chi pratica sport e per chi svolge attività fisica, ma vanno bene anche per chi, come gli studenti, sono sottoposti a un superlavoro intellettuale.
  6. Giù glicemia, su senso di sazietà. Alcuni studi hanno dimostrato come le mandorle siano in grado di tenere a bada la glicemia e agiscano sul senso di sazietà. Ecco perché spesso, nonostante siano molto caloriche, vengono consigliate come spuntino.
  7. Contengono una buona quantità di proteine. Viene quindi consigliata nelle diete vegetariane per compensare il mancato apporto di proteine dai derivati animali (carne e latticini).
  8. Hanno azione antiossidante. Nelle mandorle sono presenti varie sostanze antiossidanti, tra cui la vitamina E, che contrastano l’attività dei radicali liberi e proteggono le membrane cellulare, rallentando i processi di invecchiamento, con un’azione anti-age su tutti i tessuti, epidermide compresa. Consumare 4-5 mandorle al giorno mantiene la pelle più elastica e bella.

LATTE E OLIO DI MANDORLE

Ma mangiarle non è l’unica alternativa. Dai semi delle mandorle è possibile ricavare un latte vegetale in grado di sostituire in tutto e per tutto quello vaccino e dalla potentissima azione sfiammante sull’intestino, grazie al magnesio e alle proteine vegetali. Infiniti sono inoltre gli usi dell’olio di mandorle dolci, perfetto per tonificare e idratare la pelle del corpo e donare luminosità ai capelli.

Fate attenzione però, le mandorle commestibili sono solo quelle dolci. Le mandorle amare, invece, sono utilizzate per preparare alcuni dolci, in particolare gli amaretti, ma usate in quantità minima perché contengono amigdalina, una sostanza tossica per l’uomo.

SPUNTINO SPEZZAFAME

Il miglior modo di consumare le mandorle è come “spezzafame”, ideale quindi consumarle come spuntino, specialmente a metà mattino. Meglio evitarle nel pomeriggio perché troppo caloriche.

 

Queste informazioni hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo.