Ricca di antiossidanti, diuretica e depurativa, rinfrescante e rivitalizzante, la rapa è una radice tondeggiante, ricoperta da una pellicina di colore rosso-violaceo e dalla pasta bianca. Antinfiammatoria, grazie alla presenza di buone quantità di vitamina K, e ricca di vitamina C, B e di acido folico, che la rendono un ottimo alimento detox e antiossidante.

  • Sono ricche  di sali minerali come fosforo, calcio e potassio utile nel controllo della pressione sanguigna.
  • Anche la clorofilla, contenuta in grande quantità, insieme al ferro, aiuta la produzione di emoglobina contrastando l’anemia.
  • Mucillagini e fibre sono utili a livello intestinale nelle infiammazioni, e ai tiocianati sono state attribuite proprietà antitumorali.
  • 100 g di rape contengono 18 kcal, con un 94% di acqua e solo il 4% di zuccheri, adatta quindi nelle diete ipocaloriche.

PERCHÈ MANGIARE PIÙ RAPE:

  1. STANCHEZZA – Aiuta ad affrontare fasi di stanchezza generale, per la ricchezza di vitamine e sali minerali.
  2. DETOX – È amica della disintossicazione, poiché zolfo e fitonutrienti, come glucosinolati, aiutano infatti ad attivare gli enzimi della detossinazione e della pulizia del sangue. Acqua e potassio la rendono molto indicata per chi ha disturbi renali, come calcoli, e addirittura utile nei casi di gotta.
  3. ANTINFIAMMATORIA – Ha proprietà antinfiammatorie. Sono molto utili per ascessi, cistiti, ma anche bronchiti, raffreddori, tosse e faringiti, perché le sostanze solforate fluidificano le secrezioni bronchiali, favorendone l’eliminazione. Tuttavia, le stesse sostanze solforate possono ridurre l’utilizzo dello iodio da parte della tiroide, interferendo con l’azione degli ormoni tiroidei, motivo per cui il consumo di questi ortaggi è sconsigliato alle persone che hanno malattie o alterazioni della funzionalità tiroidea.
  4. STITICHEZZA – La presenza di fibre, oltre a regolare l’evacuazione, contribuisce ad eliminare le sostanze cancerogene presenti nell’intestino.
  5. ACIDO FOLICO – Grazie al contenuto di acido folico, le rape sono adatte in particolare a donne incinta, e ai bambini, perché ricche di sali minerali molto digeribili e stimolanti l’appetito.
  6. PROPRIETÀ ANTI TUMORALI – Nella rivista “International Journal of Cancer” si discute della capacità delle rape di prevenire e attenuare il rischio di sviluppare un cancro, grazie all’azione antiossidante dei tiocianati presenti. Non è ancora ben chiaro quali siano i meccanismi attraverso cui ciò si realizza, ma si pensa che i fitonutrienti incrementino la produzione di enzimi che combattono alcuni agenti cancerogeni. In particolare, nella rivista sopraccitata si discute del possibile ruolo delle rape rosse nella prevenzione del tumore al colon.

CRUDE E COTTE

Le rape rosse vengono generalmente consumate cotte, malgrado sia preferibile mangiarle crude, grattugiate o a fettine sottilissime, così da assumere tutte le vitamine, i sali minerali e le fibre in esse contenute. Sono ottime se cotte al vapore, metodo che ne conserva tutti i benefici, e gustose quando cotte al forno o saltate in padella con aromi naturali. In fitoterapia è invece consigliato il decotto di rapa, come depurativo, rimineralizzante e digestivo.

L’ANTICO RIMEDIO

Anticamente, le rape venivano utilizzate come decotto mescolato a grappa e miele: così facendo, si otteneva una bevanda che alleviava i disturbi della gola.

 

Queste informazioni hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo.