Passare l’intera stagione fredda senza imbattersi in uno dei tipici malanni invernali è praticamente impossibile.
Ogni giorno entriamo in contatto con almeno uno dei più di 200 virus che circolano in questa stagione e ogni giorno il nostro corpo cerca di combatterli.

Le regole fondamentali della prevenzione sono sicuramente lavarsi spesso le mani e areare gli ambienti, ma rinforzare il nostro sistema immunitario ci potrebbe aiutare a non passare le festività natalizie a letto!

ECHINACEA: aumenta le difese immunitarie

  • Direttamente dall’oltreoceano, l’Echinacea è utilizzata fin dai tempi degli Indiani nel Nord America; i primi studi su questa pianta risalgono addirittura al 1915 e la sua azione immunostimolante è una delle più indagate nel mondo del naturale.

echinacea_1.jpgL’estratto di Echinacea è in grado di preparare al meglio il nostro corpo per affrontare le insidie invernali, assunto regolarmente stimola il sistema immunitario e permette di alzare le nostre difese. A differenza del vaccino antinfluenzale, che protegge solamente da 2 o 3 ceppi virali (quelli propriamente dell’influenza), l’Echinacea, stimolando il sistema immunitario, permette di prevenire l’ampia gamma di sindromi parainfluenzali che colpiscono ogni anno milioni di italiani.Oltre che come preventivo, l’Echinacea può essere utilizzata anche alla comparsa dei primi sintomi: possiede infatti proprietà antivirali e antinfiammatorie, soprattutto per quanto riguarda le mucose. Queste caratteristiche la rendono ideale per le malattie da raffreddamento e per le infezioni delle vie respiratorie.

PROPOLI: antibiotico naturale

  • Basta analizzare il suo nome per capirne l’importanza, dal greco pro-polis “davanti alla città”: questa resina è usata dalle api a difesa del loro alveare, per proteggerlo da malattie e pericoli.

propoli.jpg
Le piante producono la resina a scopo protettivo, le api la raccolgono e la portano nell’alveare; qui la  lavorano arricchendola con sostanze funzionali e la trasformano in Propoli.
Questa viene depositata sulle pareti dell’alveare per proteggerlo da aggressioni esterne e a scopo battericida.
Anche l’uomo sfrutta questa caratteristica protettiva della Propoli, utilizzandola come difesa, soprattutto per il cavo orale.Essendo una resina ha la capacità di aderire alle pareti della gola, proteggendola e donando immediato sollievo in tutti quei casi di irritazione tipici del periodo invernale.La Propoli, oltre ad essere un antibiotico naturale, possiede attività disinfettante, antinfiammatoria e immunostimolante ed è indicata in tutti quei malanni che coinvolgono il cavo oro-faringeo e le prime vie respiratorie.

Come e quando? LA PREVENZIONE

Benché anche la Propoli abbia capacità immunostimolante, questa proprietà è esplicata al meglio dall’Echinacea, più specifica e più potente a questo scopo.

  • Si può iniziare fin da settembre ad assumere preparazioni a base di Echinacea, nella forma più comoda per ognuno (gocce, capsule, bustine), rispettando la posologia indicata sul prodotto. La dose di estratto consigliata a scopo preventivo è solitamente intorno ai 400 mg al giorno, assunta ciclicamente o in modo continuativo fino alla fine del periodo invernale. Il dosaggio di Echinacea può essere ridotto se nella preparazione sono presenti altre sostanze che lavorano in sinergia.

Come e quando? AI PRIMI SINTOMI

  • Se nonostante il trattamento preventivo, iniziamo ad accusare i primi sintomi di raffreddore o sindromi parainfluenzali, la posologia di Echinacea può essere raddoppiata e integrata con la Propoli, in particolar modo se il fastidio coinvolge la gola e le prime vie respiratorie.

Esistono diverse formulazioni di Propoli in commercio: dalle classiche gocce di estratto idroalcolico, alle ampolline, alle compresse. Particolare rilevanza hanno le ampolline, questa forma farmaceutica infatti permette alla Propoli di essere rilasciata nel cavo orale e piano piano scendere, aderendo alle pareti della gola, rivestendole e permettendo ai suoi componenti di agire localmente più a lungo.

 

Queste informazioni hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo.