Più che di vacanze si tratta di una filosofia: turismo lento, rispettoso del territorio che lo ospita e dell’ambiente, a impatto praticamente zero. Ciò che rende questo tipo di vacanza diversa è anche l’opportunità di discostarsi dai classici itinerari vacanzieri per scoprire altre luoghi meno noti, ma certo non meno interessanti.

Se pensate che la vacanza in bici non faccia per voi, perché non siete allenati, ricredetevi: anche i più “arrugginiti” possono dedicarsi a questa attività, gli itinerari sono innumerevoli e ne esistono di adatti per ogni esigenza!

Itinerari per tutti i gusti

Sia in Italia che all’estero non mancano luoghi e itinerari per praticare il turismo in bicicletta.
  • Un ottimo riferimento per scoprirli è il sito della FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta: una organizzazione senza scopo di lucro il cui obiettivo principale è quello di promuovere “la diffusione della bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico, in un quadro di riqualificazione dell’ambiente”. Le loro proposte spaziano tra varie sezioni, dalle gite di un giorno ai viaggi su due ruote all’estero.
  • Particolarmente interessante è per esempio il percorso che viene proposto lungo le vie della transumanza, denominato “La via dei Biozzi”: si tratta di un itinerario lungo circa 230 chilometri, che ricalca uno dei tracciati che in passato venivano utilizzati per condurre le pecore a passare l’inverno in Maremma, partendo dall’Appennino tosco-emiliano. Le province coinvolte sono quelle di Arezzo, Siena e Grosseto, e chiaramente il viaggio prevede varie tappe per visitare i principali luoghi di interesse, sia dal punto di vista culturale che enogastronomico. Per avere tutte le informazioni su questo e altri itinerari, basta visitare il sito della FIAB www.fiab-onlus.it/bici.
  • Un altro sito pieno di spunti interessanti è quello della testata on-line www.viagginbici.com. Gli itinerari, corredati di foto e commenti, sono suddivisi in sezioni a seconda della difficoltà o della presenza di altre particolari esigenze: alcuni esempi di categorie sono “Bici in famiglia”, “Bici e natura”, “Week-end in bicicletta”, “Donna e bici”. Il sito fornisce inoltre un elenco degli “alberghi del turismo sostenibile” presenti sulle vie del cicloturismo, come pure alcuni consigli tecnici per vivere al meglio l’esperienza sulle due ruote.
  • Vi segnaliamo infine anche il portale http://vacanze.bikeitalia.it, altro sito di appassionati della bicicletta con una sezione appositamente dedicata a coloro che si cimentano per la prima volta in questa piacevole attività, segnalando inoltre la possibilità di unirsi a viaggi organizzati.

La rete è ricca di spunti e consigli per il cicloturismo: prendete al volo l’occasione e buttatevi in un’esperienza di vacanza che ricorderete per tutta la vita!

 

Queste informazioni hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo