Il pomodoro è uno degli ingredienti principali della dieta mediterranea ed è una vera e propria miniera di nutrienti. Grazie alla facilità di abbinarlo a numerosi alimenti è l’ortaggio più consumato in Italia, si stima che ogni anno se ne mangino circa 50 Kg a testa.  Le sue proprietà benefiche sono molteplici, così come i benefici che si possono ricavare dal suo consumo. Il pomodoro infatti è mineralizzante, vitaminizzante, diuretico e digestivo. Vediamo quindi i primi 5 grandi benefici del pomodoro.

Pomodoro: cosa contiene il re della dieta mediterranea

I pomodori sono fonte di numerosi nutrienti in particolare di potassio, fosforo, folati e vitamina C, che però viene in gran parte degradata in caso di cottura. Sono ricchi di acqua e hanno un basso contenuto calorico (18 calorie per 100 gr) e questo li rende perfetti anche per chi segue una dieta.

Il vero tesoro del pomodoro sono però le numerose sostanze antiossidanti che proteggono le cellule dall’azione dei radicali liberi contrastandone l’invecchiamento. Il più importante di tutti è il licopene, responsabile della colorazione rossa del pomodoro, e responsabile della maggior parte dei benefici del pomodoro.

Tra le altre sostanze antiossidanti troviamo i polifenoli come la rutina ed il glicoside della quercetina ed i carotenoidi, precursori della vitamina A, in particolare luteina e zeaxantina.

5  benefici del Pomodoro

  1. Antiage: il pomodoro è fonte di numerosi antiossidanti, dal licopene ai carotenoidi fino alla vitamina C. Queste sostanze proteggono le cellule dall’invecchiamento e l’intero organismo dall’azione dei radicali liberi, riducendo il rischio di sviluppare malattie degenerative e patologie cardiovascolari. In particolare il licopene sembra essere molto efficace nel prevenire i tumori della pelle.
  2. Potenzia il sistema immunitario: grazie al suo contenuto di vitamina C e carotenoidi il pomodoro è in grado di rafforzare il sistema immunitario e ridurre i processi che causano infiammazione.
  3. Digestivo: il pomodoro contiene acido malico, acido arabico e lattico che coadiuvano il processo digestivo aumentando l’acidità dello stomaco. Inoltre ha un ottimo contenuto di fibre, che aiutano a migliorare il transito intestinale, favorendo la digestione e migliorando la salute dell’intero apparato gastrointestinale. Un modo efficace per ridurre la stipsi è bere un bicchiere di succo di pomodoro ogni mattina.
  4. Diuretico: il pomodoro è un alimento povero di calorie ma ricco di sali minerali e acqua. Il suo contenuto di potassio stimola la diuresi, riducendo la ritenzione di liquidi e contrastando la formazione della cellulite.
  5. Protegge la vista: tra gli antiossidanti contenuti nel pomodoro la zeaxantina è molto utile per la salute degli occhi. Questo antiossidante diminuisce il rischio di cataratta e protegge gli occhi dalle radiazioni solari e dalla degenerazione maculare senile.

Attenzione a:

Il pomodoro normalmente è ben tollerato ma contiene alcune molecole che poiché contiene istamina e alcune proteine allergizzanti può provocare reazioni allergiche o peggiorare il prurito di eritemi o dermatiti.

Dato il contenuto di acidi e di lectina il pomodoro può scatenare infiammazione nella mucosa gastro-intestinale e peggiorare la sintomatologia di chi soffre di bruciore di stomaco, reflusso, gastrite o ulcera. In questi soggetti il consumo è sconsigliato.

Infine nella buccia dei pomodori non maturi abbonda la solanina, responsabile di mal di testa, dolori gastrici e dolori addominali.