Sono frutti oleosi originari del Brasile consumati come frutta secca. Al pari di nocciole e noci, sono molto calorici (circa 550 calorie per 100 gr). Ma, grazie al loro contenuto di sali minerali, vitamine e acidi grassi, gli anacardi vengono considerati un alimento salutare dagli effetti benefici sull’organismo. Tanto che, per il loro apporto nutrizionale, vengono considerati molto importanti anche durante le diete dimagranti, grazie anche alla loro azione saziante e antistress.

Valori nutrizionali degli Anacardi

Gli anacardi sono ricchi di vitamine, tra le quali troviamo la K, la B1, la B6 e la E. Inoltre hanno un contenuto molto elevato di sali minerali, in particolare di Rame e Manganese ma anche di Ferro, Fosforo, Magnesio, Zinco e Selenio.

Questo tipo di frutta secca è composta principalmente da lipidi buoni (49% del peso) tra cui troviamo acidi grassi monoinsaturi, soprattutto acido oleico (Omega-9), e acidi grassi polinsaturi, in particolare Acido linoleico (Omega-6). Il restante del peso è costituito da carboidrati (30%) e proteine (15%).

Per la loro composizione sono indicati per gli sportivi e i bambini, che hanno bisogno di molta energia, ma possono anche essere inseriti in un regime dietetico ben ponderato se la quantità assunta è calcolata in base al fabbisogno energetico giornaliero.

Anacardi: 4 Benefici che apportano all’organismo

Scopriamo i più importanti benefici che gli anacardi apportano all’organismo.

1. Benessere per l’apparato cardiocircolatorio

Per il loro contenuto di acidi grassi monoinsaturi gli anacardi sono considerati un alimento benefico per la salute del cuore. Infatti questi grassi buoni riducono il colesterolo cattivo e limitano il suo deposito nelle arterie riducendo così il rischio di sviluppare malattie cardiocircolatorie.

Questi frutti sono ricchi anche di Arginina, un amminoacido che contribuisce al benessere circolatorio perché, una volta assunto, viene convertito in ossido nitrico, molecola che induce vasodilatazione e regola la circolazione del sangue a livello di polmoni, cervello, reni e fegato, migliorando il controllo pressorio.

Infine il Ferro e il Rame di cui gli anacardi sono ricchi contrastano i problemi vascolari e intervengono nella produzione dell’emoglobina, fondamentale per il trasporto dell’ossigeno.

2. Azione antidepressiva

Gli anacardi contengono il Magnesio, il minerale anti-stress, che è un vero e proprio regolatore del sistema nervoso. Sono anche fonte di Triptofano, precursore della serotonina, conosciuta come “l’ormone della felicità”, la cui sintesi è migliorata dall’apporto di ferro, vitamine del gruppo B e carboidrati. Attraverso questa sinergia gli anacardi aiutano a regolare il tono dell’umore scacciando la tristezza e prevenendo gli stati depressivi.

3. Effetto antidiabetico

Secondo una ricerca condotta dall’Università di Montréal, in Canada, gli anacardi hanno proprietà antidiabetiche. L’estratto di anacardio contiene l’acido anacardico che agirebbe sul controllo degli zuccheri, stimolando l’assorbimento del glucosio da parte delle cellule muscolari.

4. Un carico di antiossidanti

Gli anacardi sono ricchi di sostanze antiossidanti, a partire dalla Vitamina E (tocoferoli) e Polifenoli, che proteggono dalla degenerazione cellulare causata dai radicali liberi. In particolare gli steroli vegetali contenuti negli anacardi, come i Flavonoidi, hanno ruoli protettivi sui sistemi cardiovascolare e nervoso e hanno azione anti invecchiamento. Ma la lista di antiossidanti contenuti negli anacardi non finisce qui. Basti pensare che sono nella lista dei 20 tipi di alimenti che contengono le proantocianidine di tipo B, un particolare e raro tipo di antiossidanti con azione antiinfiammatorie, cardioprotettive, antiinfettive e anticarcinogeniche.