A causa dei ritmi serrati delle nostre giornate, così cariche di impegni e preoccupazioni, lo stress è all’ordine del giorno. Si ha infatti sempre meno tempo da dedicare a sé stessi e al relax e questo può causare problemi al nostro metabolismo. Ecco che lo stress può far ingrassare: vediamo quali rimedi e alimenti aiutano a combatterlo.

Stress: il cibo come sfogo

Durante i periodi di prolungata tensione l’ansia e lo stress possono causare la ricerca di una compensazione emotiva nel cibo, si parla comunemente di fame nervosa. Questo meccanismo è descritto anche dal medico Franco Berrino come una valvola di sfogo in cui il cibo non viene più vissuto come nutrimento, ma assume una valenza affettiva. Si instaura così un meccanismo vizioso, dove mangiare diventa uno strumento a cui ricorrere per superare preoccupazioni e insoddisfazioni. In questo modo la fame nervosa causa un aumento delle calorie consumate giornalmente e quindi un indesiderato aumento del peso corporeo.

A volte lo stress può però causare una diminuzione dell’appetito ma nonostante questo non è raro vedere ugualmente salire l’ago della bilancia.

Perché si accumula peso anche se si mangia meno?

Diverse ricerche scientifiche hanno dimostrato che questo succede perché, nel nostro organismo, durante un periodo prolungato di tensione, viene alterata la produzione ormonale. In particolare aumenta la produzione di cortisolo, anche conosciuto come “ormone dello stress”, e di adrenalina.

Questi ormoni servono per preparare il corpo a reagire a un possibile pericolo. Per questo motivo il cortisolo stimola la produzione di insulina e aumenta il livello di zucchero nel sangue (glicemia) per renderlo prontamente utilizzabile da muscoli e cervello in caso di necessità.

Possiamo quindi dire che lo stress allerta il nostro organismo e lo fa sentire come se fosse costantemente minacciato da un pericolo imminente.

Lo zucchero in circolo però non viene prontamente consumato perché, al giorno d’oggi, lo stress è causato solitamente da fattori psicologici o eventi familiari e lavorativi piuttosto che da stimoli fisici. La glicemia rimane quindi alta per un lungo periodo di tempo e l’insulina, il cui compito è quello di ripulire il sangue dallo zucchero in eccesso, agisce immagazzinandolo nel fegato e nei cuscinetti adiposi, in particolare a livello addominale, causando l’aumento di peso.

Rimedi per combattere lo stress

Bisogna quindi ridurre lo stress per non ingrassare, vediamo quali rimedi e alimenti possono aiutare.

Alcuni consigli per rilassarsi:

  • Ritagliarsi del tempo personale
  • Svagarsi con qualche attività piacevole
  • Muoversi, svolgendo un po’ di attività fisica
  • Evitare la caffeina
  • Consumare alimenti a basso indice glicemico per non aumentare i livelli di glucosio nel sangue

Alimenti anti stress per non ingrassare

  • Cioccolato: apporta magnesio e triptofano che regolano l’umore, ma che sia fondente almeno 70%.
  • Tè verde: dall’effetto calmante sul nostro organismo.
  • Avocado: contiene nutrienti che aiutano a ridurre gli ormoni dello stress, oltre a dare molta sazietà.
  • Frutta secca: ricca di omega 3 che stimola l’attività cerebrale.
  • Cereali integrali: fonte di vitamina B che aiuta a non accumulare stress; offrono sazietà a lungo e rilasciano serotonina, noto ormone rilassante.
  • Verdura cruda: masticare verdure croccanti come carote e sedano allevia tensione e ansia.

È possibile inoltre ricorrere a integratori naturali. Particolarmente indicata per controllare lo stress e la fame nervosa è la rodiola (Rhodiola Rosea) che migliora l’umore e regola l’appetito riducendo i livelli di cortisolo e aumentando quelli di serotonina.