Finalmente la bella stagione è arrivata e con essa il tempo da passare all’aria aperta. Tutto si rinnova, rinasce a nuova vita. Anche il nostro corpo ha necessità di rinnovarsi, depurandosi ed eliminando gli accumuli: le tossine. A questo scopo le lunghe passeggiate nei prati possono essere utili anche per raccogliere le erbe di stagione che crescono spontanee. Queste erbe sono ricche di sostanze nutritive, che hanno accumulato durante l’inverno, ed aiutano il nostro corpo a recuperare energie e vitalità.

7 erbe spontanee snellenti

Alcune di loro si possono trovare anche in commercio e hanno ottime proprietà snellenti. Consumarle in insalata o cotte può aiutare a ritrovare la linea in vista dell’estate.

  • 1. PIMPINELLA

Conosciuta anche come Anice verde, è ricca di flavonoidi, oli essenziali ed enzimi. Aiuta l’assimilazione delle proteine ed è quindi ottima da abbinare ai secondi di carne. Inoltre i suoi semi favoriscono la digestione e riducono il gonfiore addominale combattendo il meteorismo. Ottima come aggiunta alle insalate o a formaggi delicati al posto del sale.

  • 2. TARASSACO

Spesso considerata un’erbaccia perché cresce facilmente e ovunque. In realtà ha ottime proprietà. Le sue foglie sono ricche di vitamina A e C e il suo contenuto di flavonoidi la rende diuretica e permette di eliminare i liquidi in eccesso. Se ne possono cucinare i fiori in padella ed usarli per guarnire le insalate, oppure farne un decotto o consumarne le foglie semplici in insalata.

  • 3. CRESCIONE

Il crescione se consumato giornalmente è un’ottima fonte di sali minerali tra cui potassio, ferro, rame, zinco, iodio, calcio, vitamina C, E, B2 e carotene. La loro azione antiossidante permette di depurarsi dalle scorie e dalle tossine in eccesso conferendo al crescione un’azione digestiva e depurativa oltre ad essere un vero e proprio diuretico naturale. Per non ridurne il contenuto nutritivo è meglio consumarlo crudo, magari in insalata o in abbinamento a qualche formaggio.

  • 4. MENTA

Questa erba officinale è famosa per accelerare il metabolismo. Le sue proprietà di attivazione della digestione aiutano a diminuire il gonfiore addominale. Per migliorarne l’efficacia si può preparare una tisana con un rametto di menta e un pezzo di zenzero fresco, anch’esso ha infatti ottime proprietà digestive e di attivazione del metabolismo.

  • 5. ORTICA

Famosa per essere urticante, è importante dotarsi di guanti per raccogliere questa erba infestante, che cresce nei campi e lungo i sentieri. Questa erba ha un buon contenuto di potassio e ferro ed ha facoltà depurative. Inoltre migliora il metabolismo degli zuccheri agendo come ipoglicemizzante e diminuendo così la formazione di grasso profondo. Molto conosciuta per la sua versatilità in cucina, in quanto si può consumare come zuppa o nel risotto così come nelle frittate. Le sue foglie perdono potere urticante dopo raccolte o anche solo con una veloce sbollentata in padella per qualche minuto.

  • 6. PREZZEMOLO

Questa pianta aromatica stimola la digestione ed è ricca di aposide, una sostanza con funzione drenante che aiuta la diuresi e rende il prezzemolo un fantastico alleato contro la ritenzione idrica e la cellulite. L’unico avvertimento è di non consumare troppo prezzemolo durante la gravidanza, soprattutto il suo decotto, perché può avere proprietà abortive.

  • 7. RUCOLA SELVATICA

È una varietà perenne di Rucola che, grazie ai principi attivi che contiene, previene l’infiammazione dell’intestino ed aiuta a ridurre il gonfiore addominale. La pectina in essa contenuta aiuta il transito intestinale e regola le reazioni fermentative dei carboidrati migliorandone l’assorbimento. Si può consumare cruda in insalata o come condimento semplice per la pasta con un po’ di olio.