La mela è un frutto conosciutissimo in tutto il mondo, anche per i benefici sulla salute. Le sue varietà sono moltissime (si stima ne esistano più di 7000) e sebbene sia un frutto molto diffuso e comune presenta delle caratteristiche interessanti dal punto di vista nutritivo.

Un frutto anti-invecchiamento

Il folklore popolare ha sempre attribuito alla mela poteri curativi e, sebbene una mela al giorno non tolga il medico di torno, una parte di questa credenza è confermata oggi da numerose ricerche scientifiche.

Uno studio ha evidenziato che mangiare una mela al giorno aumenterebbe l’aspettativa di vita del 10% grazie alle sostanze antiossidanti presenti nel frutto che rallentano l’invecchiamento cellulare e proteggono dallo sviluppo di malattie degenerative. L’azione anti-ossidativa si rivela importante per la protezione del sistema cardiovascolare e la prevenzione di ictus, infarto e arteriosclerosi.

Proprietà nutritive delle mele

La mela, sebbene non possa veramente essere un rimedio o una cura per la malattia, può però aiutare a prevenire problemi di salute grazie alla sua ricchezza di nutrienti, vitamine e sali minerali.

  • Ricche di vitamine: quelle del gruppo B e la Vitamina C (5mg su 100 gr) che si concentra prevalentemente nella buccia. Oltre che le Vitamine A, E e K.
  • Contengono molti sali minerali: ferro, calcio, sodio, potassio, fosforo, zinco, magnesio e rame. Questi insieme all’alto contenuto di flavonoidi e polifenoli fanno della mela un frutto completo.

Il frutto ideale per la dieta

Le mele apportano solo 38 Kcal per 100 gr e aiutano a controllare la fame grazie al contenuto di pectina, sostanza non digeribile dall’uomo, che si trova prevalentemente nella buccia. Questa crea nell’intestino uno strato viscoso che aumenta la massa dando senso di sazietà e stimolando la produzione di succhi gastrici, diminuendo la fame.

Proprio grazie alla pectina è un valido aiuto per chi soffre di stipsi in particolare se consumata cotta, così diventa ideale per la dieta di bambini ed anziani. Infatti cuocendola la mela diventa morbida e più dolce al palato, rendendola così più appetibile. La cottura fa perdere molte delle vitamine ma aiuta a migliorare la motilità intestinale e a favorire la digestione. Oltre che a ridurre il senso di nausea e i problemi legati alla sindrome del colon irritabile.

Anche per gli sportivi

Anche per chi pratica discipline sportive o allenamenti intensi la mela si rivela essere indicata come spuntino prima o dopo l’attività fisica. La mela è infatti ricca di acqua che contribuisce all’idratazione e zuccheri semplici, come il fruttosio, che non hanno bisogno di alcun processo digestivo. Questi sono immediatamente disponibili per l’organismo e di rapida assimilazione, e forniscono energia istantanea. Apporta inoltre potassio, fondamentale per la salute del sistema nervoso e muscolare.

Un’alleata contro il cancro

Alcune sostanze contenute nella buccia della mela (i triterpenoidi) sembrerebbero avere un effetto benefico sulle cellule contrastando lo sviluppo di forme tumorali del colon-retto, del fegato e del seno. Una sostanza in particolare, la fisetina, sembrerebbe agire direttamente sulle cellule tumorali causandone l’apoptosi, e quindi la morte. A questi effetti si sommano quelli benefici degli antiossidanti, in particolare dei flavonoidi e dei polifenoli che la mela contiene.

Una mela al giorno, tutta salute

Per usufruire a pieno dei loro numerosi benefici è però raccomandabile consumare le mele regolarmente, scegliendo tra la varietà che si preferisce per gusto, sapore e consistenza. Spaziando con la fantasia in cucina è possibile consumarle così come sono, cotte, nei dolci o a fette per arricchire ad esempio una buona insalata o, perché no, una buona pizza.

 

Queste informazioni hanno carattere puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo il consiglio del medico. I curatori di queste informazioni non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso diverso da quello puramente divulgativo.