I polmoni permettono di introdurre ossigeno nel sangue, di modo che questo possa portarlo a tutte le cellule del corpo, per poi espellere l’anidride carbonica. Sono organi che comunicano direttamente con l’esterno e per questo sono esposti a inquinanti ambientali, pollini, allergeni ma soprattutto microorganismi patogeni, come virus e batteri. Questi sono i principali responsabili delle più comuni infiammazioni delle vie respiratorie e possono causare sintomi come mal di testa, mal di gola, raucedine, tosse e febbre. Ci sono rimedi naturali che aiutano a purificare i polmoni e a mantenerli protetti, così da rimanere in salute ed affrontare al meglio il cambio stagione.

Erbe, Aromi e Olii essenziali

La natura ci viene sempre in aiuto. Le erbe aromatiche, spesso utilizzate in cucina, sono dotate di diverse proprietà benefiche che possono essere sfruttate per alleviare i fastidi tipici di allergie e raffreddori. Con l’uso di erbe, aromi e dei loro olii essenziali si può ridurre notevolmente il pericolo di sviluppare problemi ai polmoni.

4 rimedi naturali

Qui di seguito vediamo alcune di queste utili piante e i loro effetti benefici sull’apparato respiratorio.

Timo

È un’erba molto utilizzata in cucina ma dotata anche di proprietà officinali molto apprezzate. Le sue foglie contengono timolo che grazie alle sue proprietà antisettiche, antibatteriche ed espettoranti rafforza le difese dell’apparato respiratorio. Il suo utilizzo è raccomandato in caso di raffreddore con muco, catarro e tosse sulla quale agisce da calmante.

Come: può essere utilizzato per suffumigi depurativi facendo bollire un litro d’acqua a cui si possono aggiungere 5 gocce di olio essenziale, oppure 15 grammi di erba secca. Respirarne poi i vapori, per almeno un quarto d’ora, coprendosi la testa con un telo.

Eucalipto

Una pianta molto famosa per la sua efficacia nel trattamento di infiammazioni bronchiali e polmonari. È ricco di antiossidanti che proteggono il tessuto polmonare dall’azione dei radicali liberi. La sua azione espettorante permette di liberarsi del muco e di tutte le sostanze tossiche e microrganismi in esso intrappolati, riducendo anche la congestione dei seni paranasali. Ha inoltre un’azione balsamica che calma la tosse e un’azione antisettica e antivirale che aiuta a mantenere pulite le vie respiratorie. Molto utile quando si vogliono depurare i polmoni e lenire la tosse o in caso di asma.

Come: l’olio essenziale di eucalipto si può adoperare per fare massaggi decongestionanti mescolandone 5 gocce con una quantità sufficiente di crema di mandorle (o crema base) da spalmare su petto, gola e schiena una o due volte al giorno. Oppure è possibile ingerirlo usandolo nella quantità di 2 gocce di olio essenziale in un cucchiaino di miele, a stomaco pieno, per alleviare i disturbi delle vie aeree superiori.

Lavanda

I suoi fiori contengono l’olio essenziale che ha effetto battericida e antisettico ed aiuta a contrastare le infezioni di naso, gola e polmoni. Inoltre stimola le difese immunitarie potenziando la protezione contro le sostanze che possono infiammare le vie respiratorie. Il suo utilizzo è consigliato ne periodi di stress poiché l’olio essenziale di lavanda è dotato di azione sedativa e calmante ed allevia l’ansia e lo stress che possono compromettere la capacità del nostro corpo di rispondere adeguatamente alle infezioni.

Come usarlo: per sfruttare a pieno le sue capacità rilassanti basta dosare 4 o 5 gocce di olio essenziale in un diffusore per essenze, ogni giorno per un paio di settimane.

Salvia

Questa pianta aromatica molto utilizzata in cucina si rivela utile per proteggere i polmoni dei fumatori. Le sue foglie contengono infatti Carnosolo, una molecola in grado di proteggere l’apparato bronchiale dai tumori. Ma la salvia ha anche azione depurativa ed aiuta ad eliminare le tossine trattenute dai tessuti.

Come usarla: per sfruttare la sua capacità protettiva sui polmoni è ideale fare una tisana, da bere una volta al giorno, mettendo in infusione 3 foglie fresche, o un cucchiaino di erba essiccata, in una tazza di acqua bollente. Mentre, per massimizzare l’azione depurativa, è possibile assumere 2 gocce di olio essenziale su un cucchiaino di miele.