I mirtilli, dalla forte azione antiossidante, sono un rimedio naturale per i problemi del microcircolo che spesso causano gambe gonfie e pesanti.

Il mirtillo nero è un frutto stagionale che cresce nelle regioni montuose e nei boschi del Nord Europa. Questa bacca, dolce e sugosa, può essere consumata come dessert o merenda perfetta durante l’estate. Infatti matura tra Luglio e Agosto ed è un concentrato di sostanze benefiche per l’organismo tra le quali ritroviamo antiossidanti e vitamine come la E, la A e la C.

L’azione dei mirtilli è dovuta al loro fitocomplesso che è ricco di sostanze attive come antocianine, flavonoidi, tannini, e polifenoli che agiscono a vari livelli. È infatti un succo dalle proprietà anti-invecchiamento, protettivo delle vie urinarie e della retina, ma, in particolare, dall’importante azione protettiva sul sistema circolatorio.

Mirtilli: rimedio per le gambe gonfie

Tra le proprietà più interessanti e studiate dei mirtilli vi è il beneficio che essi apportano alla circolazione sanguigna. Difatti i mirtilli sono un valido aiuto per i problemi venosi e del microcircolo che, soprattutto durante l’estate a causa del gran caldo, possono manifestarsi causando fastidi quali pesantezza alle gambe, vene varicose, formicolii, crampi e gonfiore.

Migliorando la microcircolazione il consumo di mirtilli è utili anche chi soffre di problemi di ritenzione idrica ed emorroidi.

Mirtilli: benefici per la circolazione

Grazie al loro contenuto di antocianine, potenti antiossidanti, che gli donano il caratteristico colore violaceo, i mirtilli svolgono infatti un’azione protettiva del sistema vascolare.

Le antocianine migliorano la circolazione sanguigna agendo in diversi modi:

  • Migliorano l’elasticità e il tono vascolare grazie ad un’azione di sostegno del collagene che si trova nelle pareti dei vasi sanguigni. In questo modo migliorano la salute dei capillari riducendo il rischio di rotture.
  • Regolano la pressione sanguigna migliorando la funzionalità dell’endotelio vascolare. Le antocianine inducono la produzione di ossido nitrico che permette la vasodilatazione e quindi la riduzione della pressione e della rigidità capillare.
  • Hanno azione antiossidante: assieme alle vitamine contenute nel mirtillo (in particolare la A e la C) le antocianine contrastano i danni causati dai radicali liberi e rallentano i processi di invecchiamento cellulare, in questo modo ostacolano la genesi di malattie come l’aterosclerosi.
  • Hanno azione antiaggregante piastrinica: sfavoriscono la formazione di occlusioni nei vasi sanguigni, riducendo il rischio di trombosi.

Il contenuto di flavonoidi e polifenoli dei mirtilli permette di ridurre il rischio cardiovascolare. Il loro consumo regolare è stato associato a una diminuzione del colesterolo “cattivo”, o LDL, e ad un aumento di quello buono, HDL.

Il fitocomplesso inoltre contiene acido salicilico che ha azione antidolorifica e antiinfiammatoria, oltre che di fluidificante del sangue. Grazie a queste particolarità migliora la salute del sistema cardiovascolare migliorando la circolazione ematica e riducendo lo sforzo cardiaco.

Il risultato finale è un’azione sinergica di protezione del sistema circolatorio.

Consumare regolarmente mirtilli neri, berne il succo o assumerne l’estratto tramite integratori, renderà così le gambe più leggere e meno soggette a fastidi e alle inestetiche vene varicose, permettendo di ritrovare vitalità ed energia.