Un frutto conosciuto e diffuso, facile da utilizzare in cucina e di cui ogni parte contiene nutrienti benefici per il nostro organismo e dalle interessanti proprietà. Scopriamo assieme le grandi proprietà antiage del limone.

Agrume dal sapore aspro e dall’inconfondibile colore giallo, è noto a tutti come un frutto ricco di Vitamina C, ma in realtà contiene anche numerosi e importanti nutrienti.

Nutrienti

Valori per 100 g (buccia esclusa)

Limone antiage per tutto l’organismo

Proprio per questi nutrienti il limone si rivela utile nel prevenire l’invecchiamento cutaneo grazie alla Vitamina C che stimola la produzione di collagene e che, insieme alle altre vitamine, migliora la funzionalità del sistema immunitario. Per il suo buon contenuto di calcio è di aiuto alle ossa contrastando l’osteoporosi. Mentre l’Acido citrico stimola e aiuta la digestione e sostiene la crescita di una sana flora intestinale.

Ma i benefici derivanti dal suo consumo non si fermano qui. Per scoprirli è necessario analizzare meglio questo frutto sorprendente.

Portentose azioni in un piccolo frutto

Quando si pensa di usare del limone il primo pensiero va al suo succo, che è ricco di Vitamine e Sali minerali. Ben pochi sanno che tutte le parti del frutto sono commestibili e che ognuna di esse contiene specifici attivi capaci di agire su diverse problematiche. Questo è ciò che rende il limone un superfood antiage fondamentale da inserire nella dieta per migliorare la salute dell’organismo.

Del limone si possono usare tutte le parti, senza buttare via niente. Ognuna ha una sua particolare utilità per la nostra salute.

La scorza

Pochi sanno che la più grande concentrazione di Vitamina C del limone è nella sua buccia, dove se ne trova più che nella polpa e nel succo. Questa è fondamentale per la sintesi del collagene e per favorire l’assorbimento del Ferro dai cibi che ne sono ricchi (carne, legumi, spinaci) oltre che per stimolare il sistema immunitario. La scorza presenta inoltre delle piccole vescicole in cui si concentrano gli olii essenziali. Di questi fa parte il Limonene, responsabile del tipico profumo ed interessante antinfiammatorio che sembra prevenire la crescita tumorale. In ultimo vi troviamo i Limonoidi, antiossidanti che contrastano le mutazioni del Dna cellulare che possono portare allo sviluppo di cellule cancerogene.

Il consiglio: Per sfruttare queste proprietà è meglio utilizzare la scorza di limoni biologici (negli altri la scorza è trattata con cere non commestibili) come aggiunta per insaporire i piatti, ad esempio grattugiandola sull’insalata, sui piatti caldi a base di pesce o pollo o sulla pasta che si può condire semplicemente con solo olio e scorza di limone.

La polpa e il succo

Nella polpa si concentrano diversi nutrienti, come il potassio che aiuta a mantenere in salute il sistema cardiovascolare in quanto, agendo come diuretico a livello renale, contribuisce alla corretta regolazione della pressione. Altri nutrienti della polpa sono la Vitamina C e l’Acido citrico. Quest’ultimo dona al limone il suo tipico sapore aspro, favorisce la digestione stimolando il fegato, contribuisce insieme alla Vitamina C all’assorbimento del Ferro e contrasta la formazione dei calcoli renali.

Il consiglio: inizia la giornata con una buona spremuta di limone, magari con un aggiunta di succo di frutti rossi o mela, per far il pieno di antiossidanti e vitamine.

Albedo

La parte bianca del limone, chiamata albedo, è la riserva nutritiva del frutto e in quanto tale contiene nutrienti preziosi ma anche molta fibra, dal potere saziante, e Pectina che, favorendo la peristalsi intestinale, riduce l’assorbimento dei grassi e combatte l’accumulo di colesterolo ed aiuta nella regolazione della glicemia. Inoltre l’albedo è ricco di flavonoidi come la Quercetina e l’Esperidina, antiossidanti che combattono l’invecchiamento cellulare e dall’azione antitumorale.

Il consiglio: Purtroppo l’albedo viene spesso scartato perché ha sapore amaro, ma il suggerimento è quello di provare a consumare il limone a fette, magari come condimento di piatti durante la cottura per poterne sfruttarne gli attivi dalle ottime proprietà.

Le foglie

Anche le foglie del limone sono utili. Infatti sono ricche di essenze aromatiche che gli donano un buonissimo profumo. Possono essere impiegate in infusione come calmanti e antispasmodiche in caso di nervosismo e insonnia o dopo i pasti come aiuto per la digestione.

Il consiglio: Prepara un infuso con foglie essiccate di limone in acqua bollente per concludere al meglio la giornata.