Il miele è un alimento di origine naturale che viene spesso utilizzato al posto dello zucchero per dolcificare bevande o cibi. Ma gli usi del miele sono numerosi anche se poco conosciuti, scopriamo quindi le proprietà di questo dolce rimedio.

Rimedio naturale portentoso

Il nettare prodotto dalle api è costituito prevalentemente da acqua, glucosio e fruttosio. In minor quantità contiene anche sali minerali, acidi organici, amminoacidi, vitamine. Nel caso del miele grezzo non lavorato, si contano anche flavonoidi, glicosidi e alcaloidi.

Essendo composto prevalentemente da zuccheri semplici, come il fruttosio e il glucosio, è facilmente assimilabile e digeribile ed è fonte di energia ad uso immediato. Inoltre il fruttosio ha un potere dolcificante superiore a quello dello zucchero comune (saccarosio). A parità di peso contiene pure il 22% in meno di calorie, il che lo rende un ottimo dolcificante naturale da poter inserire nella dieta di tutti i giorni.

Viene infatti spesso adoperato in numerose ricette e diventa un toccasana se utilizzato per dolcificare una tisana calda o una tazza di latte quando si sta poco bene.

Ma il miele viene da sempre utilizzato anche nel campo della salute e della bellezza grazie alle sue numerose proprietà. Vanta infatti ottime caratteristiche nutrizionali affiancate da numerose proprietà medicinali, dall’azione antibatterica a quella sedativa e calmante, che permettono un ampio utilizzo del miele come rimedio.

Proprietà curative usate dai tempi antichi

Si hanno prove del suo utilizzo fin dall’antichità, come testimoniano pitture rupestri risalenti a 8000 anni fa. Del miele si trovano riferimenti a usi medicinali anche in antichi papiri egizi, scritture indù e scritti di Ippocrate e di Aristotele, oltre che nel Corano e nella Bibbia.

Attualmente sono numerosi gli studi delle proprietà curative del miele e le conferme dei benefici che questo rimedio apporta su diversi disturbi della salute.

Per poter sfruttare al meglio i vantaggi derivanti dal suo consumo, è sempre meglio preferire il miele grezzo, ovvero non sottoposto a lavorazioni industriali che lo deprivano di sostanze utili, impoverendolo.

7 potenti benefici del Miele

1. ANTIOSSIDANTE

Uno studio ha evidenziato come il miele sia ricco di polifenoli, potenti antiossidanti. Questi combattono l’invecchiamento cellulare e contrastano i danni causati dai radicali liberi con benefici per tutto l’organismo. È proprio questa caratteristica che fa sì che il miele venga utilizzato anche per maschere naturali idratanti.

2. ANTINFIAMMATORIO

È ricco di flavonoidi e composti fenolici che gli donano carattere antinfiammatorio e che favoriscono la guarigione dei tessuti. Grazie a questa sua proprietà può essere applicato sopra le punture di insetto per alleviarne il prurito. Lo stesso vale in caso di dermatiti, scottature o bruciature. In questi casi il migliore da applicare è il miele di lavanda che ha un alto potere lenitivo.

3. ANTIBATTERICO

Presenta buone quantità di perossido di idrogeno, cioè di acqua ossigenata, che si usa solitamente per disinfettare le ferite e le superfici. Proprio grazie a questo contrasta la proliferazione batterica velocizzando il processo di guarigione. Grazie a questa sua caratteristica può essere utilizzato per lenire le infezioni e come rimedio contro l’acne perché aiuta a ridurre la produzione di sebo e mantenere la pelle pulita. Diversi studi hanno individuato nel miele di Manuka il maggior potere antibatterico.

4. ALLEVIA IL MAL DI GOLA

Contiene vitamina B, calcio e magnesio che sommati all’azione antibatterica hanno la capacità di lenire il mal di gola e rafforzare le difese immunitarie. Per trovare sollievo è consigliato il miele di acacia, dal sapore delicato e dalle ottime capacità antibatteriche.

5. CICATRIZZANTE

Viene utilizzato fin dall’antichità come trattamento medicale per le ferite. È stato infatti dimostrato che velocizza il processo di cicatrizzazione favorendo la crescita cellulare e permette di ridurre il rischio di infezione della ferita grazie alle sue capacità antibatteriche. Anche in questo caso il miglior miele da utilizzare è il miele di Manuka.

6. GASTROPROTETTORE

Diversi studi hanno dimostrato l’assunzione di miele aiuta a contrastare i problemi gastrici quali duodeniti, gastriti e ulcere gastriche. Questo perché il miele impedisce ai patogeni responsabili di queste infezioni di aderire all’epitelio del tratto gastrointestinale. Inoltre il miele aiuta a risolvere diarrea e gastroenteriti più efficacemente. Per questi disturbi prediligere il miele millefiori o quello di tiglio.

7. SEDATIVO DELLA TOSSE

I ricercatori hanno osservato che un cucchiaino di miele prima di andare a dormire ha lo stesso effetto antitussivo di alcuni farmaci. Per sfruttare a pieno questa azione meglio prediligere miele balsamico come quello di eucalipto, timo o abete.